Come sono diventato il proprietario di un gatto di lusso

Circa tre anni fa, sono tornato al lavoro e non ho dato fastidio a nessuno, ascoltando la mia musica in cuffia. Avvicinandomi alla fermata dell'autobus e trovando che era vuota, mi sono seduto sulla panchina e mi sono semplicemente rinchiuso in me stesso, poiché ero molto stanco dopo una giornata di lavoro.

Non c'era nessuno nelle vicinanze… tranne un gatto rosso di due o tre mesi dalla nascita. Non l'ho notato subito, ma si è sdraiato sui miei piedi.*) Con tutto il mio amore per gli animali, non potevo prestargli attenzione: la fatica si faceva sentire. Stavo solo aspettando il mio autobus, e il gatto è venuto a giocare con me, e non gli importava che fossi stanco. Ma il gatto, a quanto pare, non aveva intenzione di arrendersi. Io stesso non mi aspettavo come si è arrampicato sulle mie ginocchia.

Sono rimasto un po' scioccato, ma il gatto ha stropicciato un po' i miei jeans e si è sdraiato sulle mie ginocchia. Ho capito che il gatto vuole amore e affetto. Beh, ho dovuto accarezzarlo, ma poi è arrivato il mio autobus. Tuttavia, il gatto non voleva rimanere indietro rispetto a me. Non sapevo come procedere, ma l'ho portato con me. Così sono finita sull'autobus con un gatto in braccio e ho pensato a dove attaccarlo.

Nel frattempo ho notato che il bambino era contento e felice – lui rilassato e mormorato ad alta voce tra le mie braccia. Non che potessi portare la bestia a me, ma ha davvero chiesto. E poi ho capito che ero responsabile di colui che avevo addomesticato. Il gatto era completamente sicuro di aver trovato il suo padrone. Ha appena scelto me. Fu solo allora che decisi che l'avrei portato con me. Nell'appartamento si è subito sentito un padrone.

Oggi ho un enorme gatto rosso che fa il teppista e si sveglia alle cinque in la mattina, ma ho un amico intelligente. E così accadde che fu lui ad addomesticare me, e non io lui. Ha appena scelto me ed è stato in grado di dimostrarlo. Non mi pento di nulla.

Fonte: duck.show

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici su Facebook: