L'orso polare ha percorso più di 500 km in cerca di cibo

Lo scioglimento della neve e la mancanza di cibo fanno fare agli orsi polari passi disperati. Questo orso ha viaggiato per circa cinquecento chilometri dal Mar di Kara a Norilsk in cerca di cibo. Non ha mostrato particolare aggressività nei confronti delle persone. Quindi, fortunatamente, nessuno ha pensato di spararle.

Ora l'animale è stato catturato e mandato allo zoo. Qui starà l'orsa mentre i veterinari si occuperanno della sua riabilitazione. Dopotutto, dopo una marcia così forzata, l'animale era esausto. Coloro che hanno visto l'orso hanno notato che camminava con difficoltà e persino sbatteva le palpebre. Si fermava per riposare quasi a ogni passo. Barcollava alla ricerca di cibo da spazzatura a spazzatura.

carta stagnola, cellophan e persino pietre. Questo è ciò che la sfortunata donna ha dovuto mangiare per tutto questo tempo. I veterinari hanno riscontrato che i rifiuti che ha ingerito danneggiavano gravemente l'attività dell'intestino.

Il sistema era prima data all'orsa da mangiare un po'. Ma la quantità di cibo viene gradualmente aumentata. Secondo il personale dello zoo, la bestia reagisce alle persone con un ringhio. In linea di principio, questo è normale. Ciò significa che l'orso non è stressato.

Quando il corpo di un animale selvatico viene ripristinato, sarà restituito al suo ambiente naturale un habitat. Mi piacerebbe credere che lì l'orso potrà ancora mangiare normalmente e avrà il minor contatto possibile con le persone. Sarà meglio che stia lontana da loro. Dopotutto, la prossima volta tutto potrebbe finire più tristemente.

Fonte: lemurov .net

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici su Facebook: