Uno dei partecipanti alla maratona ha portato in braccio un cucciolo per 30 km per salvarlo

Fare il bene è il lotto dei forti. Il desiderio di aiutare disinteressatamente, proteggere, salvare può nascere solo nel cuore di una persona reale. Un ottimo esempio di ciò è Khemjira Klongsanun, un'atleta dilettante thailandese.

Non molto tempo fa nella provincia di Ratchaburi, la parte occidentale della Thailandia, nella città di Tshombueng , si è svolta una maratona che ha aiutato il mondo a conoscere l'eroina. Hemjira ha corso la maggior parte della gara tenendo in braccio un cucciolo.

Hemjira è a conoscenza del problemi e bisogni degli animali senza casa non per sentito dire. Ha 43 anni, vive a Bangkok e ha due cani. Quando ha notato il cucciolo, mancavano ancora 30 chilometri al traguardo. Hemjira pensava che una creatura così piccola e indifesa non sarebbe stata in grado di sopravvivere sul campo. Non c'erano case o altri cani in giro. Una terra desolata deserta – non c'era nemmeno un posto dove proteggersi dal sole cocente della Thailandia.

Hemjira non ha lasciato la gara. È riuscita a portare a termine la maratona, anche se con un risultato inferiore a quello che avrebbe potuto correre senza gravare sulle mani. Dopo aver ricevuto il premio, è andata alla clinica veterinaria, dove si è assicurata che il suo nuovo animale domestico fosse vaccinato contro le malattie locali. Si è scoperto che questo cucciolo non è un semplice bastardo, ma un purosangue tailandese bangkeu. L'ha chiamata in onore della città in cui si è svolta la gara. Da allora Chombueng è diventata un nuovo membro della sua grande famiglia pelosa.

Fonte: voobsheogon.ru

Ti è piaciuto l'articolo? Condividi con i tuoi amici su Facebook: