Cani legati adottati insieme ma divisi dopo l’abbandono di un bassotto cieco

Quando una coppia di cani dal legame unico è stata consegnata al rifugio Richmond Animal Care and Control dopo che il loro proprietario era diventato un senzatetto, il rifugio voleva farli adottare insieme. I cani sono stati adottati, ma il loro potenziale lieto fine ha preso una piega drammatica che nessuno si aspettava.

OJ, un bassotto cieco di 12 anni, si affida a Blue Dozer, un pitbull di 6 anni, per farsi guidare. I due sono grandi amici e hanno una profonda amicizia. OJ è cieco e dipende da Dozer per farsi guidare”, ha scritto il rifugio. “Non possiamo sopportare la carineria e la gentilezza che questi due condividono” Tutti erano quindi felici quando una donna ha accettato di adottare la coppia e i due hanno lasciato il rifugio insieme per andare nella loro nuova casa. Ma solo pochi giorni dopo, OJ è stato trovato vagante su una strada rurale a 100 miglia di distanza dal rifugio.

Il Centro Servizi Animali della Valle dello Shenandoah ha accolto il piccolo OJ ed è riuscito a capire chi fosse grazie a un microchip. Hanno rintracciato la donna che aveva dato una casa a OJ e a Blue Dozer, solo per sentirsi dire che non voleva indietro OJ, ma che avrebbe tenuto Blue Dozer. La Richmond Animal Care è stata informata della situazione.

Quando la notizia della separazione di OJ e Blue Dozer e della sfortuna di OJ si è diffusa a livello locale, la loro storia è diventata virale e le persone hanno espresso le loro preoccupazioni per il benessere dei due cani, inondando il rifugio di Richmond di critiche e l’adottante di minacce.

“Apprezziamo molto il sostegno della comunità, ma vogliamo essere molto chiari su alcuni dettagli”, ha scritto il rifugio in un post su Facebook. “In primo luogo, non sosteniamo alcun atto di violenza… L’unica cosa che conta è che questi dolci cani restino insieme – e alla fine è quello che abbiamo… Il nostro lavoro riguarda l’amore e la compassione per gli animali – per favore estendete la stessa gentilezza agli esseri umani”.

Un funzionario del rifugio ha definito una “situazione delicata” e si è rivolto alla donna per riavere Blue Dozer. “La nostra preoccupazione principale è che avessero bisogno di stare insieme”, ha dichiarato Christie Chipps Peters, direttore del rifugio Richmond Animal Care and Control. “Sono una coppia unica e legata. OJ non ci vede bene e aveva bisogno del suo amico”.

Fortunatamente, alla fine la donna ha acconsentito e Blue Dozer e OJ si sono riuniti con gioia al rifugio. Scodinzolavano, si dimenavano e si accoccolavano l’un l’altro non appena erano di nuovo insieme. Il rifugio spera di trovare alla coppia un proprietario responsabile per la seconda volta, ma ha chiarito che alcune cose sono fuori dal loro controllo.

“Il RACC è un rifugio ad accesso libero con un tasso di salvataggio del 91% e adottiamo migliaia di animali all’anno in case amorevoli senza problemi”, hanno scritto. “Le nostre pratiche, la politica di adozione e le scelte di adozione sono fatte nel migliore interesse di ogni animale. Non possiamo tenere conto delle decisioni prese dai cittadini dopo l’adozione e lavoriamo diligentemente per garantire il successo del nostro processo di adozione aperta. Alla fine, dobbiamo fidarci delle persone – fidarci che amino gli animali di cui ci siamo presi cura e fidarci che facciano ciò che è meglio”.

Il rifugio ha detto che lascerà che OJ e Blue Dozer si rilassino per i prossimi giorni e ha aggiunto: “La loro storia non è finita e siamo grati di avere uno staff incredibile che ha lavorato duramente stanotte per assicurare a questi dolci cani un altro capitolo”.”