Una storia meravigliosa su un enorme cuore felino pronto a riscaldare e confortare chiunque!

Radamenes, un angelico gattino nero che vive a Bydgoszcz, in Polonia, ha attraversato fuoco, acqua e tubi di ottone per aiutare gli altri animali a guarire nella clinica veterinaria. Dopo essere stato sottratto alle mani ossute della morte, Radamenes ringrazia stando vicino agli altri animali, massaggiandoli, accarezzandoli e persino leccando ferite e punti post-operatori.

Lucina Kuzele Zawalich, medico della clinica di Bydgoszcz, racconta che Radamenes è arrivato da loro alla fine di settembre o all’inizio di ottobre. I suoi proprietari hanno fatto di tutto per far soffrire l’animale in modo insopportabile. Il piccolo gattino aveva meno di due mesi e avevano già riscontrato un’infezione allo stomaco quasi incompatibile con la vita. La sua pelliccia si stava spargendo e la malattia cominciò a diffondersi in tutto il corpo.

Radamenes quasi non aveva scampo.

Lucina non poté fare a meno di provare e insieme ad altri veterinari misero il piccolo grumo all’interno, isolandolo dagli altri animali. Il bambino non riusciva a dormire e piangeva continuamente. Tuttavia, i veterinari decisero di sconfiggere la malattia e di riportare in vita il gattino.

La lotta per la vita di Radamenes durò diversi mesi. Durante questo periodo Radamenes tollera i medici e sopporta le dolorose iniezioni di vitamine e le varie flebo.

“C’era un’incredibile espressione di gratitudine nei suoi occhi” – dice Isabella Szolginya, direttrice della clinica veterinaria, con un tremito nella voce.

E ora, dopo notti senza sonno e giorni di ansia, Radames è completamente sano. Sembrerebbe una meravigliosa storia di gentilezza umana e di fedeltà del gatto.

Ma la storia non finisce qui.

A quanto pare, il gatto ha pensato che, visto che i veterinari lo hanno aiutato, deve aiutare anche gli altri pazienti della clinica veterinaria. Sì, sì, Radamenes è un infermiere a tempo pieno.

Sta facendo un ottimo lavoro come infermiere. Non gli importa se si tratta di un cane o di un altro gatto, viene e si siede con loro. Allatta, accarezza e fa le fusa alle orecchie degli animali, tranquillizzandoli dopo le operazioni” , condivide Lucina.

Questa è la storia del cuore di un enorme gatto dorato, dell’attenzione dell’uomo e di una gratitudine senza limiti. Radamenes mostra a noi umani che non importa cosa siamo, ciò che conta è che tutti abbiamo bisogno di sostegno e di cure. Prendiamo esempio da lui e cerchiamo di essere un po’ più rispettosi nei confronti degli altri.

I veterinari della clinica scherzano addirittura sul fatto che il gatto sia un infermiere a tempo pieno.

Lo chiamano la loro mascotte.

Radamenes prestava attenzione soprattutto a coloro che avevano subito operazioni importanti.

Probabilmente i gatti non sembrano più così freddi e menefreghisti dopo tutto questo.

Источник: flybabay.net

Понравилась статья? Share on Facebook: