Lutto in Gran Bretagna: la regina ordina di sopprimere il suo ultimo corgi

In questi giorni, l’anziana regina britannica è meglio non disturbarla affatto: secondo i sudditi più stretti, è in profondo lutto. E non c’è da stupirsi se i simpatici cani corgi hanno fatto parte della vita di Elisabetta II per quasi 85 anni! E ora ha dovuto mandare a morire di persona l’ultimo di loro perché la Regina non voleva che l’anziano Willow soffrisse di cancro.

Il corgi è apparso per la prima volta nella monarchia britannica nel 1933 quando Elisabetta aveva solo sette anni. Poco dopo, in occasione del suo 18° compleanno, le viene regalato un cagnolino personale, chiamato Susan. A partire da lei, l’ormai defunta Willow sarà la 14a generazione di Royal Corgi.

E tutti loro sono stati pianti e salutati all’epoca da Elisabetta, che era molto triste per la perdita. Erano un simbolo della sua infanzia e un legame con i suoi genitori, ma tutte le cose devono finire e così l’ultimo cagnolino è morto.

Elizabeth aveva allevato e amato i corgis per tutta la vita e lei stessa ha 91 anni. È un’intera epoca, un enorme strato di tempo che si è concluso naturalmente insieme al declino della regina stessa. Già nel 2015 le era stato consigliato di non avere più cuccioli: con i cagnolini sotto i piedi aumenta il rischio di inciampare e i medici sono già molto preoccupati per la salute di Elisabetta.

Uno alla volta i cani stavano morendo e così all’ultimo, Willow, è stato diagnosticato un cancro. Il veterinario ha eseguito i desideri della sua padrona e lo ha addormentato per evitargli le sofferenze – il corgi sarà sepolto nel giardino del Castello di Windsor e sarà eretta una lapide “Il fedele compagno della Regina”.

Fonte: xn--b1afrfklu.net

Ti è piaciuto l’articolo? Share on Facebook: